roberto torrusio

teniamoci aggiornati

Archive for the ‘sport’ Category

Dramma nel tennis italiano: è morto Federico Luzzi

Posted by agenziabarabc su ottobre 25, 2008

Il 28enne tennista aretino è stato stroncato in pochi giorni da un forma fulminante di leucemia.

federico luzzi
Shock nel mondo del tennis: è morto improvvisamente Federico Luzzi. Nato il 3 gennaio di 28 anni ad Arezzo, il giocatore è stato stroncato in pochi giorni da una forma fulminante di leucemia.
 
Luzzi, impegnato fino a domenica nel campionato italiano di Serie A, si era sentito male e si era ritirato dopo aver giocato un solo punto. Nei giorni seguenti Federico aveva avuto febbre alta e giovedì gli era stata diagnosticata una broncopolmonite. Dopo un ricovero in ospedale per esami più approfonditi, si era scoperto che il tennista era stato colpito da un forma fulminante di leucemia che ieri lo aveva condotto al coma e oggi all’improvvisa morte.
 
Campione del Mondo Under 14, professionista dal 1999, Luzzi aveva un gioco basato su un buon di talento e “vecchio stile”, fatto soprattutto di colpi classici ma un po’ leggero per gli standard moderni, cosa che, insieme a qualche infortunio a spalla e schiena, gli ha impedito di cogliere allori più importanti in carriera.
 
Probabilmente il 2002 è stata la sua stagione più positiva, con il raggiungimento della sua posizione più alta in classifica Atp, il 92° posto, anche se il suo miglior risultato resta il terzo turno conquistato agli agli Internazionali d’Italia a Roma l’anno prima, quando sconfisse Arnaud Clement (all’epoca numero 12) e Hicham Arazi (28) prima di cedere a Jacobo Diaz.
 
Convocato in Coppa Davis nel 2001 e nel 2007, Luzzi ha giocato quattro incontri in azzurro un bilancio di 2 vittorie e altrettante sconfitte, tutte in singolare.
 
Recentemente il suo nome era tornato al centro delle cronache sportive per una squalifica di 200 giorni e una multa di 50mila euro ricevuta dall’Atp per aver scommesso su partite di tennis, peraltro sempre con piccole cifre.

Posted in sport | Leave a Comment »

E’ morto Fausto Gardini Grande del tennis italiano

Posted by agenziabarabc su settembre 17, 2008

Stroncato a 78 anni da un infarto nella sua casa a Forte dei Marmi. Fu uno dei migliori giocatori italiani negli anni Cinquanta e Sessanta. Il saluto di Pietrangeli: “Era un gran lottatore, se ne è andato troppo presto”

Fausto Gardini in una foto di qualche anno fa. Dfp

Fausto Gardini in una foto di qualche anno fa. Dfp
MILANO, 17 settembre – L’ex tennista Fausto Gardini è morto oggi pomeriggio nella sua casa di villeggiatura a Forte dei Marmi (Lucca). Gardini, che aveva 78 anni (era nato l’8 marzo 1930 a Milano, dove abitava), è stato stroncato da un infarto intorno alle 17. L’ex campione, secondo quanto spiegato dai familiari, non soffriva di cuore e il malore ha colto di sorpresa tutti. Lascia la moglie Liliana e i figli Stefania e Mario.
CARRIERA – Negli anni Cinquanta e Sessanta fu uno dei migliori giocatori italiani, nel periodo di Nicola Pietrangeli, Orlando Sirola e Giuseppe Merlo. Conquistò sette volte il titolo italiano di singolare e fu finalista al torneo di Amburgo del 1953. Da junior Gardini vinse due titoli italiani giovanili di doppio, in coppia con Gianni Clerici, nel 1947 e 1948. In Coppa Davis disputò 38 incontri, dal 1952 al 1963 (l’ultima volta contro lo spagnolo Manuel Santana, che lo sconfisse), con 29 vittorie: fu poi capitano non giocatore sette volte, tra il 1972 e il 1975. La sua vittoria più importante fu quella nel singolare degli Internazionali d’Italia, nel 1955, dove battè Giuseppe Merlo nella prima finale tutta italiana del dopoguerra (bissata poi solo da Pietrangeli-Merlo due anni dopo): fu un match lunghissimo, chiuso solo al quarto set per ritiro di Merlo.
IL SALUTO – Nicola Pietrangeli, ex compagno e avversario, lo ricorda così: “Era un amico. A me sembra un po’ presto morire a 78 anni: come è strana la vita, lui che era un lottatore a quanto mi risulta se ne è andato senza lottare”. “Fausto – prosegue Pietrangeli – era sicuramente un esempio per come giocava, bisogna ricordare che non ha mai perso un incontro di Coppa Davis a Milano pur giocando con giocatori molto forti. Lottava sempre, lui si stancava sempre perché anche le partite facili per lui erano delle lotte. Mi dispiace molto”.

Posted in sport | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »