roberto torrusio

teniamoci aggiornati

Archive for the ‘calcio’ Category

Finale Champions a Roma: il logo

Posted by agenziabarabc su ottobre 24, 2008

Sfondo rosso con il Colosseo in primo piano e riferimenti all’antica Roma: «Ave Champions» 

Gianni Alemanno, Giancarlo Abete alla presentazione del Logo

ROMA, 24 ottobre – La Champions League in primo piano. Sullo sfondo rosso, invece, il Colosseo. Ecco il logo della finale di Roma del 27 maggio 2009, presentato in Campidoglio. Sotto la coppa una corona d’alloro, in mezzo MMIX, 2009 in numeri romani. Sopra invece la frase «Hail the Champions» («Ave Champions») e poi la scritta Roma, finale 2009.

LA PRESENTAZIONE – Presentato nella Sala Giuglio Cesare in Campidoglio il Logo della finale di Champions League 2009 che si disputerà il 27 maggio allo Stadio Olimpico. Gli elementi distintivi del logo sono la Corona d’alloro, simbolo classico da sempre associato alla vittoria, e un Colosseo stilizzato che fa da sfondo alla Coppa dalle grandi orecchie. Questa sera il Logo sarà proiettato al Colosseo (Arco di Costantino) a partire dalle 18:30 e fino a mezzanotte per presentarlo a tutta la città.

L’AUSPICIO – Demetrio Albertini, presidente della Figic e a capo del Comitato organizzatore dell’evento ha affermato: «La finale di Champions League è un’opportunità unica per valorizzare al meglio la città più bella del mondo. Nostro obiettivo è organizzare la finale più bella che si sia mai vista. L’augurio è per le quattro italiane affinché due di loro possano scendere in campo il prossimo 27 maggio». Il sindaco Alemanno ha sottolineato che la finale di Champions si inserisce in un calendario di grandi eventi che cominceranno con i Mondiali di nuoto nel 2009 e potrebbero continuare con i mondiali di basket del 2014 qualora Roma venga scelta come città organizzatrice. Il Logo presenta i simboli di Roma e l’auspicio per la finale è che la capitale d’Italia proietti un’immagine chiara e trasparente del calcio italiano. Il presidente Abete, infine, ha rinnovato l’augurio alle squadre italiane affinché siano protagoniste di questo evento.

Alberto Ghiacci

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il Milan presenta la mostra del bel calcio

Posted by agenziabarabc su settembre 22, 2008

Il Milan presenta la mostra del bel calcio

Quattro gol alla Lazio: Seedorf, Zambrotta, Pato e Kakà spengono i biancocelesti

Una prima leggicchiata veloce porta a pensare che il Milan abbia inscenato la tempesta del secolo. Scorrendo invece bene lo svolgimento della partita si notano tanti punti positivi puntellati qua e là da macchioline che ancora lasciano intravedere ombre. La Lazio che esce da un ipotetico inferno, esce tra due ali di applausi. Perché la reale differenza non è rappresentata dal 4 a 1. La squadra di Ancelotti ha cominciato a risalire, non c’è che dire. Non utilizza scale mobili, bensì i soliti e noti vecchi gradoni fatti di orgoglio, qualità e corsa. Piace il nuovo Milan, ma piace anche questa Lazio nonostante fallisca il primo salto di qualità dell’anno.   

LE PAGELLE

Seedorf 7 Due perle in una serata indovinata. La prima sta nell’ostrica Ledesma. Il petto del laziale funziona da perfetto compagno di squadra per ritrovarsi a tu per tu con Carrizo. La seconda sta nel suo genio quando pesca Zambrotta con un ‘no look pass’ che mette l’esterno nelle condizioni ideali per smazzare un assist decisivo.

Zarate 7 Il suo sole non tramonta mai. Ne è chiaro esempio l’azione che porta al momentaneo pareggio. Apre l’arcobaleno alle soglie dell’area milanista e lo chiude alle spalle di Abbiati. Rapido come quelle pizzette da scaldare, una volta anticipato Kaladze lo porta in giro per San Siro al guinzaglio.

Zambrotta 7 Balbuziente in difesa, poliglotta quando supera la metà campo. Il destro da 31 metri trova un buon alleato nelle gambe appesantite di Carrizo, ma resta una saetta difficile da individuare. Rischia figuraccia e fallimento sportivo dopo un minuto quando accarezza timidamente il pallone innescando Mauri che poi ‘incenerisce’ con esperienza.

Pato 7 Prima lavora sulla scenografia con un tacco da primo ballerino. Poi accelera inserendo sul percorso qualche ostacolo da dribblare. Infine, stanco di soli applausi, si prende anche la standing ovation anticipando Rozehnal in volo d’angioletto.

Kakà 7,5 L’ossessione di tornare a essere il pallone d’oro conosciuto non molto tempo addietro lo porta a testare se stesso in tutti i settori. La lunga marcia non conosce zone morte. Si sacrifica fino sulla propria mediana, ma è sempre sull’altra riva che dà il meglio. Suggerisce per Pato, schiaccia sull’acceleratore per una prova speciale, inserisce Borriello in un buon corridoio, rispolvera il destro a giro e in chiusura, da fermo, la mette dove neppure l’acchiappasogni potrebbe andare a riprenderla.

Abbiati-Carrizo 5,5 Stesso voto, genesi diversa. Abbiati prende il gol del pareggio momentaneo sul suo palo ed è bravo su Pandev solo quando il sipario è calato da tempo. Carrizo invece mostra di più, nel bene e nel male. Subisce quattro gol ed è responsabile su quello di Zambrotta, con molta probabilità la rete decisiva. Poi però evita un tracollo ben peggiore quando annulla il tacco di Pato, vola con la mano di richiamo sul destro a giro di Kakà e sventa il sinistro violento di Borriello.

Matteo Brega

MILAN-LAZIO 4-1
Milan (4-3-1-2): Abbiati 5,5; Zambrotta 7, Kaladze 5,5, Maldini 6, Jankulovski 6,5; Ambrosini 6,5, Gattuso 6,5 (34′ st Emerson sv), Seedorf 7 (19′ st Flamini 6); Kakà 7,5; Borriello 6,5, Pato 7 (26′ st Ronaldinho 6,5). All. Ancelotti (A disposizione: Dida, Favalli, Bonera, Shevchenko)
Lazio (4-3-1-2): Carrizo 5,5; Lichtsteiner 6, Siviglia 6, Rozehnal 5, Kolarov 5,5; Ledesma 5,5, Brocchi 6 (34′ st De Silvestri sv), Matuzalem 6 (23′ st Meghni 6); Mauri 5,5 (18′ st Foggia 6); Zarate 7, Pandev 6,5. All. Rossi (A disposizione: Muslera, Cribari, Manfredini, Makinwa)
Arbitro: Rizzoli
Marcatori: 8′ pt Seedorf (M), 26′ pt Zarate (L), 35′ pt Zambrotta (M), 4′ st Pato (M), 15′ st Kakà (M)
Ammoniti: Zambrotta (M), Kaladze (M), Brocchi (L), Jankulovski (M)

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

La Salernitana vince e va in testa

Posted by agenziabarabc su settembre 16, 2008

Nel posticipo della terza giornata di B la Salernitana batte 3-2 il Frosinone e si porta solitaria in testa alla classifica. All’Arechi succede di tutto: oltre ai cinque gol, che portano la firma di Tricarico, Di Napoli e Fava su rigore per i granata e di Eder (doppietta, uno su rigore) per gli ospiti, da segnalare anche un’espulsione per parte e due traverse dei padroni di casa. Nell’altra partita in programma, Ascoli e Triestina pareggiano 1-1.

Una partita al cardiopalmo quella tra Salernitana e Frosinone, con i padroni di casa costretti a inseguire dopo lo svantaggio iniziale. Tre rigori assegnati, di cui uno fallito da Di Napoli (poi rimediato da Tricarico che realizza sulla ribattuta), le espulsioni del portiere del Frosinone Sicignano da una parte e di Peccarisi dall’altra e un paio di legni per i granata la dicono tutta sull’andamento della partita, peraltro incerta fino alla fine. La Salernitana ne esce con tre punti che valgono la testa della classifica in solitaria con un punto di vantaggio sul Grosseto.

Nell’altro match, Ascoli e Triestina pareggiano 1-1. La partita è cominciata con un ritardo di 9′ a causa di una piccola voragine, provocata forse dalla pioggia torrenziale caduta nelle ultime ore, che si è aperta nel campo di gioco dello stadio Cino e Lillo Del Duca, vicino all’ingresso degli spogliatoi. Per la cronaca, succede tutto nel primo tempo: vantaggio di Cioffi per i bianconeri al 19′ e pareggio di Antonelli per gli alabardati al 35′.

Ascoli-Triestina 1-1 finale
19′ Cioffi (A), 35′ Antonelli (T)

Salernitana-Frosinone 3-2 finale
8′ Eder (F), 41′ Tricarico (S), 57′ Di Napoli (S), 68′ rig. Fava(S), 83′ rig. Eder (F)
Di Napoli (S) fallisce un rigore al 40′
65′ espulso Sicignano (F)
70′ espulso Peccarisi (S)

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milan nella bufera, Juve nel segno di Amauri

Posted by agenziabarabc su settembre 15, 2008

I rossoneri crollano a Genova, la squadra di Ranieri vince di misura sull’Udinese

Quello che luccica, al Ferraris di Genova, non è il metallo prezioso dei tre palloni d’oro in campo, ma sono i piedi preziosi ed i polmoni da maratoneta di Gasbarroni, la testardaggine di Sculli, la ruvida concentrazione di Criscito, la prontezza di riflessi di Rubinho, la classe pura di Milito.
Quel che luccica sono anche gli occhi di Ancelotti, quasi incredulo nel vedere il suo Milan trasformarsi in una squadra senza cuore e senza testa, un malato quasi agonizzante che non riesce a trovare in sé e nel mercato la medicina giusta per tornare in salute.
Il Genoa vince nel risultato, stravince nella prestazione, annichilendo i campioni del mondo per un tempo e poi controllando senza troppi affanni nella ripresa. Il raddoppio, su rigore proprio allo scadere della gara, pone il sigillo su un successo che non è stato praticamente mai messo in dubbio.
Gli errori dei rossoneri cominciano ancora prima dell’inizio, nelle scelte di Ancelotti che punta più sul prestigio dei nomi che sulla forma dei giocatori. Sheva al centro dell’attacco è un fantasma che non riesce mai neppure a spaventare la difesa rossoblù; Ronaldinho in suggerimento si vede solo per qualche velleitario tentativo di dialogo con Kakà. La difesa, poi, sembra distratta, deconcentrata, assonnata, confusa.
Sull’altro fronte Gasbarroni, il migliore in campo, non ha le treccine né la pelle scura, ma ieri il vero Ronaldinho è lui.
Fa ammattire Maldini, Bonera, Zambrotta in ogni parte del campo, fa venire il batticuore ad Abbiati in almeno tre occasioni, dà il via all’azione del primo gol rossoblù. Una partita superba, la sua, impreziosita anche da una continuità che non gli è solita. Con lui brilla “il principe” Milito, al suo nuovo debutto con la maglia del Genoa, che mostra ancora una forma non eccelsa ma capace di nascondere le pecche atletiche con la classe, i suggerimenti, il possesso di palla, l’intelligenza tattica. E poi la difesa, perfetta in ogni circostanza, facilitata peraltro dalla scarsa vena dell’attacco rossonero. La squadra di casa è stata superiore agli avversari in ogni parte del campo, anche nella cabina di regia, sebbene manchino ai rossoblù i piedi e la testa di Pirlo e di Ambrosini.

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Serie A: Le ultime sulle formazioni della 2.a giornata

Posted by agenziabarabc su settembre 12, 2008

PALERMO-ROMA sabato 13/9 ore 18
Palermo (4-3-1-2):
Amelia; Raggi, Carrozzieri, Bovo, Balzaretti; Migliaccio, Liverani, Nocerino; Miccoli; Cavani, Lanzafame. In panchina: Fontana, Capuano, Dellafiore, Guana, Simplicio, Bresciano, Succi.
Indisponibili: Budan


Roma (4-2-3-1):
Doni; Cicinho, Mexes, Panucci, Riise; Pizarro, De Rossi; Taddei, Aquilani, Menez; Vucinic.
In panchina: Artur; Tonetto, Cassetti, Montella, Brighi, Totti, Okaka.
Indisponibili: Juan, Baptista, Perrotta.

INTER-CATANIA sabato 13/9 ore 20:30
Inter (4-3-3):
Julio Cesar; Santon, Cordoba, Materazzi, Maxwell; Zanetti, Vieira, Muntari; Quaresma, Cruz, Mancini. In panchina: Toldo, Maicon, Chivu, Figo, Cambiasso, Balotelli, Ibrahimovic
Indisponibili: Stankovic, Jimenez

Catania (4-3-3): Bizzarri; Silvestri, Stovini, Terlizzi, Sabato; Biagianti, Ledesma, Tedesco; Martinez, Paolucci, Mascara. In panchina: Kosicky, Sardo, Silvestre, Morimoto, Izco, Baiocco, Dica.
Indisponibili: Spinesi, Carboni, Alvarez

BOLOGNA-ATALANTA domenica 14/9 ore 15
Bologna (4-4-2):
Antonioli; Zenoni, Castellini, Terzi, Bombardini; Marchini, Mudingayi, Volpi, Valiani; Marazzina, Di Vaio. In panchina: Colombo, Lanna, Coelho, Mingazzini, Amoroso, Adailton, Bernacci.
Indisponibili: Lavecchia, Moras, Confalone.

Atalanta (4-4-1-1): Coppola, Garics, Talamonti, Manfredini, Bellini; Ferreira Pinto, Cigarini, Guarente, Padoin; Doni; Floccari. In panchina: Consigli, Pellegrino, Rivalta, D’Agostino, Manzoni, Valdes, Marconi.
Indisponibili: Vieri, De Ascentis, Bonaventura, Capelli, Cisse.

GENOA-MILAN domenica 14/9 ore 15
Genoa (3-4-3):
Rubinho; Potenza, Ferrari, Criscito; Rossi, Milanetto, Juric, Modesto; Sculli, Milito, Gasbarroni. In panchina: Scarpi, Biava, Bocchetti, Mesto, Olivera, Jankovic, Palladino.
Indisponibili: Paro.


Milan (4-3-2-1):
Abbiati; Zambrotta, Maldini, Senderos, Jankulovski; Flamini, Pirlo, Ambrosini; Ronaldinho, Kakà;  Shevchenko. In panchina: Dida; Kaladze, Bonera, Pirlo, Emerson, Seedorf, Pato.
Indisponibili: Inzaghi, Borriello, Nesta, Gattuso.


LAZIO-SAMPDORIA domenica 14/9 ore 15
Lazio (4-3-3):
Carrizo; Lichtsteiner, Siviglia, Rozenhal, Kolarov; Brocchi, Ledesma, Mauri; Foggia, Zarate, Pandev. In panchina: Muslera, Cribari, Radu, De Silvestri, Manfredini, Meghni, Makinwa.
Indisponibili: Del Nero, Firmani, Matuzalem, Rocchi, Dabo

Sampdoria (3-5-2): Mirante; Lucchini, Gastaldello, Bottinelli; Stankevicius, Sammarco, Palombo, Franceschini, Pieri; Delvecchio, Cassano. In panchina: Fiorillo, Krsticic, Ziegler, Dessena, Padalino, Bonazzoli, Fornaroli.
Indisponibili: Bellucci, Castellazzi, Campagnaro, Accardi

LECCE-CHIEVO domenica 14/9 ore 15
Lecce (4-3-1-2): Benussi; Polenghi, Stendardo, Diamoutene, Ariatti; Munari, Zanchetta, Caserta; Giacomazzi; Cacia, Tiribocchi. In panchina: Rosati, Angelo, Fabiano, Basta, Boudianski, Konan, Castillo.
Indisponibili: Ardito, Felstcher, Lorenzo, Schiavi.

Chievo (4-3-3): Squizzi; Malagò, Mandelli, Cesar, Mantovani; Bentivoglio, Italiano, Marcolini; Luciano, Pellissier, Iunco. In panchina: Sorrentino, Frey, Moro, Patrascu, Pinzi, D’Anna, Bogdani.
Indisponibili: nessuno.

NAPOLI-FIORENTINA domenica 14/9 ore 15
Napoli (3-5-2): Iezzo; Cannavaro, Contini, Aronica; Maggio, Blasi, Gargano, Hamsik, Vitale; Lavezzi, Denis. In panchina: Navarro, Rinaudo, Montervino, Mannini, Pazienza, Zalayeta, Pià.
Indisponibili: Santacroce (squalficato: 1 giornata), Bogliacino.

Fiorentina (4-3-3): Frey; Zauri, Kroldrup, Dainelli, Vargas; Kuzmanovic, Donadel, Montolivo; Santana, Gilardino, Mutu. In panchina: Storari, Da Costa, Comotto, Almiron, Semioli, Jovetic, Pazzini.
Indisponibili: Gamberini, Jorgensen, Felipe Melo (squalficato: 1 giornata).


REGGINA-TORINO domenica 14/9 ore 15
Reggina (4-4-2):
Campagnolo; Lanzaro, Valdez, Cirillo, Costa; Vigiani, Barreto, Tognozzi, Sestu; Di Gennaro, Corradi. In panchina: Puggioni, Alvarez, Barillà, Santos, Hallfredsson, Cascione, Stuani.
Indisponibili: Cozza, Brienza, Giosa.

Torino (4-3-2-1): Sereni; Diana, Di Loreto, Pratali, Rubin; P.Zanetti, Corini, Saumel; Rosina, Amoruso; Bianchi. In panchina: Calderoni, Colombo, Ogbonna, Barone, Malonga, Stellone, Abbruscato.
Indisponibili: Pisano, Natali, Abate.


SIENA-CAGLIARI domenica 14/9 ore 15
Siena (4-3-1-2):
Curci; Del Prete, Moti, Portanova, Rossi; Vergassola, Codrea, Galloppa; Kharja; Calaiò, Frick. In panchina: Eleftheroupolos, Del Grosso, Moti, Barusso, Rossettini, Forestieri, Jarolim.
Indisponibili: Belmonte, Sansone, Ghezzal, Coppola, Ficagna, Maccarone (squalificato: 3 giornate).


Cagliari (4-3-1-2):
Marchetti; Ferri, Bianco, Canini, Agostini; Fini, Conti, Parola; Cossu; Jeda, Larrivey. In panchina: Lupatelli, Magliocchetti, Biondini, Pani, Lazzari, Matri, Acquafresca.
Indisponibili: Pisano, Lopez (squalificato: 1 giornata).

JUVENTUS-UDINESE domenica 14/9 ore 20:30
Juventus (4-4-2): Buffon; Grygera, Legrottaglie, Mellberg, Molinaro; Camoranesi, Sissoko, Zanetti, Nedved; Trezeguet, Del Piero. In panchina: Chimenti, Chiellini, Poulsen, Marchisio, Salihamidzic, Amauri, Iaquinta.
Indisponibili: Andrade, Zebina.

Udinese (4-3-3): Handanovic; Ferronetti, Coda, Domizzi, Pasquale; Inler, D’Agostino, Isla; Pepe, Quagliarella, Di Natale. In panchina: Belardi, Motta, Nef, Moreno, Obodo, Floro Flores, Sanchez.
Indisponibili: Felipe, Zapata

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Calcio mercato: le mosse di Inter, Juve e Roma

Posted by agenziabarabc su giugno 29, 2008

Calcio mercato: le mosse di Inter, Juve e Roma
La prossima settimana sarà probabilmente quella dei grossi colpi per il calcio mercato. Faranno le loro mosse le squadre grandi, come Inter, Juve e Roma

le  mosse di Inter, Juve e Roma Inter, ma anche Juve e Roma. Si muovono le grandi squadre, e la prossima settimana dovrebbero arrivare i primi grossi colpi. Comincerà l’Inter, probabilmente. Magari con Frank Lampard. L’inglese, che è in vacanza in Italia, a Positano, vuole l’Inter e l’accordo c’è già, sulla base di un quadriennale da 7,3 milioni di euro a stagione. Si tratta solo di chiudere col Chelsea, ma per 9 milioni l’affare si fa. Poi toccherà a Quaresma. Branca ha già parlato col Porto, un nuovo appuntamento è previsto in settimana e potrebbe essere quello decisivo. Resta però ancora una sensibile distanza tra le parti, visto che l’ultima offerta nerazzurra è di 20 milioni di euro più Suazo e il prestito per una stagione di Pelè, oppure 30 milioni e il prestito di Pelè mentre i portoghesi vorrebbero restare non lontani dai 40 milioni di euro della clausola rescissoria. Col Porto Branca ha avviato pure un discorso per Bruno Alves, centrale difensivo inserito nella lista dei graditi da Mourinho. La Roma continua a cercare un attaccante. Che per Marca è Julio Baptista del Real Madrid. Secondo Ernesto Bronzetti è una trattativa “che si può chiudere facilmente”, ma per ora ci sono ancora 3 milioni di distanza. Guiza la possibile alternativa, ma lo spagnolo piace anche a Manchester City, Tottenham e Barcellona. Poi c’è l’ipotesi Huntelaar, che ha rifiutato la proposta di rinnovo dell’Ajax. Ma l’olandese ha altri due anni di contratto e l’Ajax per cederlo vuole almeno 20 milioni. Juve sempre a caccia di un centrocampista, da trovare possibilmente prima del raduno fissato per venerdì prossimo. In pole c’è sempre Xabi Alonso, che con la fine degli Europei sarà libero di pensare solo al suo futuro. Oltre allo spagnolo del Liverpool piace sempre moltissimo Aquilani, che la Roma vuole blindare con un nuovo contratto. A Torino sono alla finestra, pronti ad infilarsi nella prima crepa se l’accordo non arrivasse. Intanto Secco proverà a chiudere definitivamente per Knezevic, dopo che a sorpresa per il difensore croato del Livorno si è aperto il derby col Torino. E il Milan? Galliani aspetta di capire come finirà con Adebayor, che ormai ha deciso di lasciare l’Arsenal. Destinazione Barcellona, probabilmente, anche se il Milan non molla e sarebbe pronto a investire 35 milioni per prendere l’attaccante togolese. Altrimenti obiettivo puntato sui soliti Ronaldinho ed Etòo. Un affare l’ultimo sabato di giugno l’ha regalato: il Catania ha ufficializzato l’acquisto di Nicolae Dica, 28enne trequartista che arriva dalla Steaua Bucarest. Il romeno ha firmato per quattro anni. Un trequartista vuole anche il Bologna, e l’obiettivo dichiarato è l’ex Reggina Shunsuke Nakamura. “Abbiamo gIà presentato un’offerta ai Celtic – ha detto il presidente Cazzola – loro sanno quindi su che basi intendiamo trattare. Siamo in attesa di una risposta dopo che ne avranno discusso col giocatore. Spero proprio che ci diano il permesso di parlare con Nakamura, se così sarà lo contatteremo subito”. Il Benfica rivuole Miccoli, e per ora non si arrende al primo no incassato da Zamparini. Secondo A Bola, Manuel Rui Costa verrà in Italia nei prossimi giorni per trattare col Palermo e provare a riportare a Lisbona l’attaccante salentino.

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

EURO 2008: ITALIA AI QUARTI, CASSANO ABBRACCIA DONADONI

Posted by agenziabarabc su giugno 18, 2008

festa degli azzurri al Letzigrund dopo il 2-0 sulla Francia che qualifica l’Italia ai quarti di finale di Euro 2008. Al fischio finale, Antonio Cassano è corso verso la panchina per abbracciare il commissario tecnico, Roberto Donadoni. Con lui, ad unirsi all’abbraccio, anche il team manager Gigi Riva. I giocatori sono poi andati tutti insieme di fronte al settore occupato dai tifosi italiani per ringraziarli e raccogliere l’applauso. Il capitano Gigi Buffon, che dopo il 3-0 dell’Olanda aveva chiesto scusa a tutti gli italiani, si è trattenuto facendo mezzo giro di campo e salutando i supporter sugli spalti. (17/06/2008)

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Maggio: l’ex viola vicinissimo al Milan, Napoli superato

Posted by agenziabarabc su giugno 9, 2008

L’ex esterno viola Christian Maggio, attualmente alla Sampdoria, sembra vicinissimo al Milan. I rossoneri infatti avrebbero superato il Napoli per acquistare il giocatore che in questa stagione ha davvero raggiunto grandissimi risultati. <!– –> (fiorentina.it)

——————–ABBIATI———————

ZAMBROTTA—-NESTA—-Zapata—-MAGGIO

——————–PIRLO———————–

———-FLAMINI———-GATTUSO———-

————-KAKA’———PATO—————

——————–ETO’O (o ADEBAYOR)—–

Questo sarebbe un grandissimo Milan per la stagione 2008/2009.
In panchina:
–Kalak–Dida–Maldini–Kaladze–Darmian–Antonini(che può essere usato sia come difensore e sia come centrocampista centrale)–Jankulovski–Bonera–Ambrosini–Seedorf–Paloschi–Borriello–Inzaghi.

E via dal Milan:
Fiori–Storari–Digao–Simic–Oddo–Favalli–Emerson–Brocchi–Ronaldo.

Acquisti già fatti:
Zambrotta–Flamini–Abbiati–Antonini–Borriello.

Vendite o fine carriera già fatte:
Cafu–Serginho–Gorgouff–Ba–Ronaldo–Gilardino–Matri–Sammarco–Abate.

fonte

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zambrotta vicino al Milan,Thuram di nuovo al Monaco?

Posted by agenziabarabc su maggio 23, 2008

Intento Didier Deschamps vorrebbe tornare ad allenare, dopo un anno di pausa, sedendosi sulla panchina del Lione
ROMA
Gianluca Zambrotta è sempre più vicino al Milan.
Secondo il quotidiano catalano “Sport”, c’è ancora una differenza di tre milioni di euro tra la richiesta del Barcellona (10 milioni) e l’offerta rossonera (7), ma dopo l’incontro di ieri tra il ds blaugrana Txiki Begiristain ed Ernesto Bronzetti l’accordo sembra ormai a un passo.
Il desiderio di Zambrotta è tornare in Italia e giocare per il Milan e le posizioni delle due società sono tutto sommato più vicine.
Più complicata, invece, la strada che porta a Ronaldinho. Il club di via Turati sarebbe pronto a un importante sforzo economico, aumentando l’offerta da 15 a 25 milioni di euro, cifra che però rimarrebbe ancora ben lontana dai 40 milioni richiesti dal Barca. Atteso nelle prossime ore a Barcellona il fratello e procuratore di Ronaldinho, Roberto de Assis.

Per Lilian Thuram si profila un ritorno al Monaco. Secondo “Le Parisien” il difensore del Barcellona, 36 anni, è entrato nel mirino del club del Principato dopo che i dirigenti monegaschi hanno escluso l’ipotesi Fabio Cannavaro a causa dell’elevato ingaggio percepito dal capitano della Nazionale al Real Madrid (6 milioni di euro all’anno).
Per Thuram, ex Juventus, si tratterebbe di un ritorno alle origini, visto che ha indossato la maglia del Monaco dal 1990 al 1997, anno in cui fu acquistato dal Parma.

Intanto Didier Deschamps vuole tornare ad allenare. A un anno dall’addio alla Juventus, il tecnico francese è pronto a sedersi nuovamente su una panchina e, al momento, l’ipotesi più probabile è quella del Lione, al posto del sicuro partente Alain Perrin. «Se rispondo sì – dice Deschamps a “France Football” – il mio viene considerato una sorta di appello, mentre se rispondo no si dirà che non sono interessato«. «Qualsiasi allenatore – conclude il capitano della Francia campione del mondo nel 1998 – non può rimanere insensibile all’idea di guidare il Lione».

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Donadoni, sì a Del Piero In grande rimonta Cassano

Posted by agenziabarabc su maggio 20, 2008

MILANO – L’operazione Euro 2008 dell’Italia campione del mondo comincia oggi alle 15 a Roma (diretta tv su Raisportpiù), con la conferenza stampa del ct Donadoni e del presidente federale Abete, che segnerà la consacrazione di Del Piero, capocannoniere del campionato e di nuovo azzurro a suon di gol. Il suo nome sarà infatti tra quelli dei primi 24 calciatori prescelti per l’Europeo, che andranno in ritiro a Coverciano da domenica 25 maggio: giovedì 29 verranno poi selezionati i 23 eletti per il ritiro di Baden, con un solo escluso. Al ballottaggio paiono destinati Cassano, Montolivo, Quagliarella e, in subordine, Borriello e Aquilani.

Del Piero è il veterano del gruppo: dal ’96 ha giocato tre Mondiali e si prepara al suo quarto Europeo. Sembra sfumato, invece, il ritorno di Inzaghi: portarlo a Coverciano come eventuale riserva sarebbe indelicato. Il ruolo di outsider in attacco dovrebbe dunque spettare a Cassano: avrà quattro giorni di tempo per tentare di guadagnarsi il viaggio in Austria, al posto di Quagliarella, di Borriello (che è però la controfigura ideale di Toni) oppure di Montolivo o Aquilani, se il ct deciderà di portare un centrocampista in meno e una punta in più. I vantaggi di Cassano sono la fantasia e la capacità di giocare anche sulla fascia, come alternativa a Di Natale (la sua tenuta fisica nelle partite ravvicinate è un’incognita), a Camoranesi e allo stesso Del Piero. Lo svantaggio è notoriamente il carattere. L’assenza di Borriello priverebbe Donadoni di un sostituto per Toni. Dopo l’uscita di scena di Iaquinta, gli resterebbe solo Quagliarella: l’attaccante dell’Udinese non è un centravanti di ruolo e per questo entra in concorrenza con Cassano.


<!–
OAS_RICH(‘Middle’);
//–>

<!–

// * variabili flash da modificare * //

file_swfMiddle = “betfair180x150_Euro_Gen.swf”; // nome file swf da caricare
file_gifMiddle = “betfair180x150_Euro_Gen.gif”; // nome file backup gif/jpeg caricare
oas_widthMiddle = 180; // larghezza immagine
oas_heightMiddle = 150; // altezza immagine
oas_versione_flashMiddle = 6;

// * fine parte modificabile * //

coordinateMiddle =”width=”+oas_widthMiddle+” height=”+oas_heightMiddle;
oas_swfMiddle =”http://oas.repubblica.it/0/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/”+file_swfMiddle+&#8221;?clickTag=http://oas.repubblica.it/5c/repubblica.it/nz/sport/interna/251207232/Middle/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/betfair180x150_Euro_Gen.html/34663231386339363438333237306230?”;
oas_gifMiddle =”http://oas.repubblica.it/0/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/”+file_gifMiddle;

if(!document.body)
document.write(“<html><body>”);
OASd = document;
var plug = false;
var flashVersion = -1;
var minFlashVersion = oas_versione_flashMiddle;
if(navigator.plugins != null && navigator.plugins.length > 0){flashVersion =(navigator.plugins[“Shockwave Flash 2.0”] || navigator.plugins[“Shockwave Flash”]) ? navigator.plugins[“Shockwave Flash” +(navigator.plugins[“Shockwave Flash 2.0″] ? ” 2.0″ : “”)].description.split(” “)[2].split(“.”)[0] : -1;
plug = flashVersion >= minFlashVersion;}
else if(navigator.userAgent.toLowerCase().indexOf(“webtv/2.6”) != -1){flashVersion = 4;plug = flashVersion >= minFlashVersion;}
else if(navigator.userAgent.toLowerCase().indexOf(“webtv/2.5”) != -1){flashVersion = 3;plug = flashVersion >= minFlashVersion;}
else if(navigator.userAgent.toLowerCase().indexOf(“webtv”) != -1){flashVersion = 2;plug = flashVersion >= minFlashVersion;}
else if((navigator.appVersion.indexOf(“MSIE”) != -1) &&(navigator.appVersion.toLowerCase().indexOf(“win”) != -1) &&(navigator.userAgent.indexOf(“Opera”) == -1)){var oasobj;
var exc;
try{oasobj = new ActiveXObject(“ShockwaveFlash.ShockwaveFlash.7”);
flashVersion = oasobj.GetVariable(“$version”);} catch(exc){try{oasobj = new ActiveXObject(“ShockwaveFlash.ShockwaveFlash.6”);
version = “WIN 6,0,21,0”;
oasobj.AllowScriptAccess = “always”;
flashVersion = oasobj.GetVariable(“$version”);} catch(exc){try{oasobj = new ActiveXObject(“ShockwaveFlash.ShockwaveFlash.3”);
flashVersion = oasobj.GetVariable(“$version”);} catch(exc){try{oasobj = new ActiveXObject(“ShockwaveFlash.ShockwaveFlash.3”);
flashVersion = “WIN 3,0,18,0”;} catch(exc){try{oasobj = new ActiveXObject(“ShockwaveFlash.ShockwaveFlash”);
flashVersion = “WIN 2,0,0,11″;} catch(exc){flashVersion = -1;}}}}}
plug =(flashVersion != -1)? flashVersion.split(” “)[1].split(“,”)[0] >= minFlashVersion : false;}

if(plug)
{
oas_vis_Middle = 1;
document.write(“<div id=\”FinContentMiddle1\”></div>”);
function loadFlashMiddle1(){
if(navigator.userAgent.indexOf(“MSIE”) != -1 && navigator.userAgent.indexOf(“Opera”) == -1){

if (extFlashMiddle1.readyState == “complete”)
{
FlashObject(oas_swfMiddle, “OAS_AD_Middle”, coordinateMiddle, “opaque”, “clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000” ,minFlashVersion, “FinContentMiddle1”);
extFlashMiddle1.onreadystatechange = “”;
}

extFlashMiddle1.onreadystatechange = loadFlashMiddle1;
}
else
{
OASfp=” Menu=FALSE swModifyReport=TRUE width=”+oas_widthMiddle+” height=”+oas_heightMiddle+” “;
if (minFlashVersion == 6) {
OASd.write(“<object id=\”techsource_Middle\” classid=\”clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000\” codebase=\”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,0,0\””+OASfp+”>”);
}
else if (minFlashVersion == 7) {
OASd.write(“<object id=\”techsource_Middle\” classid=\”clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000\” codebase=\”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=7,0,0,0\””+OASfp+”>”);
}
else if (minFlashVersion == 8) {
OASd.write(“<object id=\”techsource_Middle\” classid=\”clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000\” codebase=\”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=8,0,0,0\””+OASfp+”>”);
}
else if (minFlashVersion == 9) {
OASd.write(“<object id=\”techsource_Middle\” classid=\”clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000\” codebase=\”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=9,0,0,0\””+OASfp+”>”);
}
else {
OASd.write(“<object id=\”techsource_Middle\” classid=\”clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000\” codebase=\”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,0,0\””+OASfp+”>”);
}
OASd.write(“<param name=src value=\”http://oas.repubblica.it/0/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/”+file_swfMiddle+&#8221;\”><param name=allowScriptAccess value=always><param name=quality value=autohigh><param name=loop value=true><param name=play value=true><param name=menu value=false><param name=wmode value=opaque><param name=FlashVars value=\”clickTag=http://oas.repubblica.it/5c/repubblica.it/nz/sport/interna/251207232/Middle/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/betfair180x150_Euro_Gen.html/34663231386339363438333237306230?\”>”);
OASd.write(“<embed src=\”http://oas.repubblica.it/0/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/”+file_swfMiddle+&#8221;\””+OASfp+”pluginspage=\”http://www.macromedia.com/shockwave\” type=\”application/x-shockwave-flash\” width=”+oas_widthMiddle+” height=”+oas_heightMiddle+” PLAY=true LOOP=true QUALITY=autohigh WMODE=opaque FlashVars=\”clickTag=http://oas.repubblica.it/5c/repubblica.it/nz/sport/interna/251207232/Middle/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/betfair180x150_Euro_Gen.html/34663231386339363438333237306230?\” allowScriptAccess=always>”);
OASd.write(“</embed></object>”);
}

}
loadFlashMiddle1();
}
else
{
oas_vis_Middle = 1;
OASd.write(‘<a href=”http://oas.repubblica.it/5c/repubblica.it/nz/sport/interna/251207232/Middle/OasDefault/Betfa_F2_NwSpo_SqIns_190508/betfair180x150_Euro_Gen.html/34663231386339363438333237306230?&#8221; target=”_blank”><img src=”‘+oas_gifMiddle+'” width=’+oas_widthMiddle+’ height=’+oas_heightMiddle+’ border=0 alt=””></a>’);
}
if(!document.body)
document.write(“</body></html>”);
//–>


Rischia anche Montolivo (più di Aquilani). Soltanto se il ct sceglierà di portare un centrocampista in più, il giovane della Fiorentina troverà spazio. Qualche residua speranza la cullano i milanisti Bonera e Oddo, penalizzato dalla recente operazione al ginocchio e dalla duttilità dei suoi compagni di reparto: Panucci, Zambrotta, la rivelazione Chiellini, oltre Materazzi, Cannavaro e Grosso, sono in grado di ricoprire più di un ruolo e questo potrebbe avere convinto il ct a convocare solo 7 difensori. Toldo, Palombo e Maggio sono in remoto preallarme, insieme a Inzaghi. Il portiere eroe di Euro 2000 è stato superato dallo “straniero” del Siviglia De Sanctis, come terzo alle spalle di Buffon e Amelia.

La verosimile rosa dei 24 comprenderebbe dunque 14 campioni del mondo. Venerdì 30 a Firenze l’amichevole col Belgio e lunedì 2 giugno la partenza per Baden. Debutto l’8 giugno a Berna con l’Olanda, nel duro girone iniziale, completato da Romania e Francia (13 e 17 giugno a Zurigo). A questo e non all’ombra di Lippi pensa Donadoni, anche se in teoria Abete può annullare in extremis le clausole di ostacolo al rinnovo del contratto. In Austria l’attesa per gli azzurri è grande: per il rifacimento del campo sul quale si alleneranno, l’Adimra Wacker ha giocato in trasferta, anziché in casa, l’ultima giornata del suo campionato.

Posted in calcio | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »