roberto torrusio

teniamoci aggiornati

Bin Laden minaccia L’Europa non risponde

Posted by agenziabarabc su marzo 20, 2008

L‘Ue difende la libertà di espressione, i Ventisette non alzano le misure di sicurezza. Nemmeno la Danimarca e l’Olanda, che sono nel mirino delle proteste islamiche

Sebbene il video in cui Osama Bin Laden minaccia l’Unione europea e il Papa per la pubblicazione delle vignette contro il profeta Maometto sia stato dichiarato «autentico» dalla Cia, l’Europa non sembra aver paura: gli Stati membri non hanno intenzione di innalzare le misure di sicurezza e difendono a spada tratta la libertà di espressione.

«L’Ue e i suoi Stati applicano il principio della libertà di espressione e di religione, che fanno parte dei suoi valori e delle sue tradizioni» ha replicato la presidenza slovena dell’Unione europea. Alle minacce di Bin Laden per le vignette, l’Ue ha risposto senza esitazioni: «non è attraverso la violenza, ma con un dialogo di opinioni aperto e costruttivo, nell’ambito della libertà di espressione, che si può sviluppare una comprensione reciproca».

Nemmeno gli Stati membri si sono lasciati intimidire dallo sceicco del terrore. La Danimarca, il Paese che ha pubblicato per primo in Europa le vignette blasfeme su Maometto, non ritiene necessario accrescere ulteriormente le misure di sicurezza, già alte in proporzione al livello d’allerta: «Ci può essere, al momento, un’accresciuta minaccia contro la Danimarca da parte di estremisti militanti all’estero, e sussistono dei pericoli nei confronti di cittadini o degli interessi danesi in altri paesi, ma le ultime dichiarazioni di Bin Laden non danno adito a modificare queste valutazioni», ha affermato oggi il capo dei servizi segreti danesi, Jakob Scarf.

L’Olanda – dove la tensione è alta per il film anti-Corano che potrebbe essere diffuso a giorni su Internet –  ha modificato le misure nei giorni scorsi in risposta alle proteste contro la pellicola di Geert Wilders e non intende rafforzarle ulteriormente.  Le minacce non sembrano aver agitato nemmeno l’organizzazione del vertice della Nato previsto a Bucarest dal 2 al 4 aprile prossimi. Secondo quanto ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri rumeno, Adrian Cioroianu, il messaggio del numero uno di Al Qaida «non mette in pericolo nè l’organizzazione del summit nè modifica l’agenda politica della riunione». E comunque, ha rassicurato il ministro, la Romania ha previsto misure di sicurezza senza precedenti per l’appuntamento, che riunirà circa 50 capi di Stato e di Governo, dal presidente americano George W.Bush, al russo Valdimir Putin.

fonte 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: