roberto torrusio

teniamoci aggiornati

Ecco Padre Pio, dopo 40 anni

Posted by agenziabarabc su marzo 9, 2008

Esumate le spoglie del santo, dal 24 aprile esposto alla venerazione

 

In occasione del 40° anniversario della morte (23 settembre 1968), le spoglie mortali di San Pio sono state riesumate per essere esposte alla venerazione dei fedeli. L’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Domenico Umberto D’Ambrosio, che riveste anche il ruolo di delegato della Santa Sede per il santuario e le Opere di San Pio da Pietrelcina, spiega il significato della esumazione del corpo del Santo: «Un gesto di devozione, cui ci si deve accostare con gratitudine, devozione e venerazione, con il desiderio di imitare il Santo».
L’esumazione e la ricognizione esprimono «in primo luogo i sentimenti di profonda umanità che la nostra Provincia nutre da sempre verso questo suo figlio illustre che tanto ha amato la Provincia e tanto ha offerto e sofferto per essa». È quanto ha affermato frate Aldo Broccato, ministro provinciale della Provincia religiosa “Sant’Angelo e Padre Pio” dei frati minori cappuccini. «L’esumazione di Padre Pio – continua fra’ Broccato – manifesti sempre più il segno della nostra fede nella comunione dei santi, nella risurrezione della carne e nella vita eterna. Infatti, la riesumazione del corpo di san Pio, mentre ci fa guardare da vicino le sue spoglie mortali, pur preziose e care al nostro cuore di uomini, devoti e confratelli, deve spronarci ad alzare lo sguardo verso l’alto, verso la luce della vita di Dio che in Cristo si è manifestata nella sua morte e risurrezione». La riesumazione, spiega ancora monsignor D’Ambrosio, «non è una sorta di feticismo» e non ci si deve accostare ad essa con curiosità. Si tratta di un gesto di devozione, di venerazione verso un uomo che, sull’esempio di Cristo, è passato facendo del bene. Padre Pio ha fatto del bene agli spiriti, in particolare, con il ministero della riconciliazione, dell’accoglienza dei peccatori. E ha fatto del bene all’uomo sofferente con il grande monumento della carità che è la Casa sollievo della sofferenza”.
«Questo gesto – ha detto ancora monsignor D’Ambrosio durante la cerimonia – si fa preghiera di lode e rendimento di grazie a Dio per averci donato nel suo Servo fedele una ulteriore manifestazione del mistero della croce». La ricognizione canonica, ha aggiunto, «in risposta a una corale e circostanziata richiesta inoltrata alla congregazione delle cause dei santi, è il punto di arrivo di una meditata e prolungata riflessione; rientra nella collaudata e secolare prassi della Chiesa; risponde alla storica responsabilità di garantire, attraverso appropriate procedure, una prolungata conservazione del corpo del nostro santo per permettere anche alle generazioni che verranno la possibilità di venerare e custodire le sue reliquie». Le spoglie di Padre Pio sono state trovate «in discrete condizioni. Terminate le procedure idonee per garantire al corpo del santo le migliori condizioni di conservazione le spoglie mortali saranno composte in un’urna collocata, a partire dal 24 aprile, nella stessa cripta in cui Padre Pio è stato sepolto per 40 anni, per consentirne la venerazione da parte dei fedeli».

San Pio a Imola
Oltre ai vari gruppi di preghiera (vedi box a fianco) c’è una nuova chiesa dedicata al santo di Pietrelcina. L’edificio, che nella struttura ricorda una barca, è sorto nel quartiere più popoloso di Imola, la Pedagna, ed è nel territorio della parrocchia di San Francesco. Ultimati i lavori la nuova chiesa è pronta ad accogliere i fedeli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: